L'orto che vorrei

L'orto pensile della Fondazione - realizzato dai residenti e dal personale del servizio animazione nel corso di questa estate - è stato pensato per permettere anche alle persone con difficoltà motoria di partecipare all'iniziativa in modo attivo. La sua posizione ha dato a tutti non solo la possibilità di ammirare le varie fasi della crescita delle diverse piante officinali ma anche di prendersene cura concretamente. Un vero successo nella stimolazione manuale e sensoriale degli ospiti.

Differenti ricerche mostrano che il contatto con la natura svolge un ruolo rilevante per il benessere psicologico della persona. Nello specifico, il giardinaggio è un’attività a cui ci si può dedicare durante il tempo libero e sicuramente si può affermare che l'attività all'aria aperta migliori la qualità di vita.

Il progetto “L’ORTO CHE VORREI” nasce dall’esigenza di realizzare uno spazio che, tenendo conto   delle diverse capacità motorie, sensoriali e percettive dei Residenti ne permetta la sua fruizione.

Per la realizzazione verranno privilegiate piante stagionali che stimolino l’osservazione dei cambiamenti delle stagioni, piante odorose per la stimolazione olfattiva, piante con fiori colorati per la stimolazione visiva.

Data di inizio validità
20/07/2022
Pubblicato il: Mercoledì, 20 Luglio 2022 - Ultima modifica: Giovedì, 15 Settembre 2022
torna all'inizio